full screen background image
Search
26 giugno 2017
  • :
  • :

Mare

Terracina presenta tutte le caratteristiche di una cittadina nata sul mare, che ha fatto di questo elemento il centro dello sviluppo economico, sociale ed ambientale.

Gli oltre 4 Km di spiaggia dorata finissima rappresentano un punto di riferimento per il divertimento, il relax e le attività sportive di ragazzi, coppie ed intere famiglie.

Una vasta serie di stabilimenti, locali, bar e ristoranti sul lungomare, risponde alle diverse esigenze di benessere e svago di tutti gli appassionati dell’abbronzatura e del sole.

Passeggiando all’ombra degli alberi è possibile raggiungere il porto e la caratteristica zona dei pescatori per ammirare, al tramonto, il rientro delle paranze cariche di pesce freschissimo pronto per essere battuto all’asta.

Il Porto Turistico di Terracina è, inoltre, ben collegato con tutte le Isole Pontine ed ogni anno oltre 100 mila vacanzieri transitano sulle sue banchine per raggiungere Ponza, Palmarola, Zannone, Ventotene e Santo Stefano.

Intorno all’arcipelago Pontino la qualità delle acque è molto buona: tra Ventotene e Santo Stefano la trasparenza notevole favorisce la presenza di una estesa prateria di Posidonia; la “foresta del mare” è habitat di numerose specie di pesci, molluschi, crostacei, garantendo loro riparo, cibo, opportunità di riproduzione e di sviluppo per i “neonati”.

Sempre tra le due isole, più in profondità, dove la luce è minore, prosperano gorgonie gialle, spugne, le “rose di mare”, briozoi che formano colonie simili a merletti.

Al largo le acque sono frequentate da pesci pelagici, quali le ricciole, i tonni, le corvine, ma anche da tartarughe marine e da delfini ed altri cetacei, persino balene e capodogli.

Più sotto costa, lungo le scogliere, si incontrano polpi, saraghi, donzelle, dentici, cernie e una moltitudine di altri “pescetti”, oltre a molluschi e animali che si fissano sulle rocce, quali spugne e rare madrepore di color arancio.